Crea sito

Arte, Notizie del giorno

Talento, tecnica e stile

talento

Perchè talento, tecnica e stile sono insieme? Cosa c’entrano l’uno con l’altro? Te lo spiego in questo articolo rimandandoti ad un racconto.

Tecnica, talento e stile sono gli ingredienti di qualsiasi opera d’arte, che lo si voglia o meno. Anni fa un imprenditore mi aveva chiesto di scrivere per lui un racconto basato su questi tre fattori. 

La tecnica e il talento sono importanti quanto lo stile? O vogliamo chiamarlo metodo?

Tecnica

Cosa significa tecnica? Come si applica all’arte? Innanzitutto con tecnica si intendono tutti quegli strumenti utilizzati per ottenere un certo risultato. Per esempio i macchiaioli utilizzavano una tecnica. 

La tecnica è uno strumento che viene usato per ottenere il meglio che si può sia in ambito letterario che pittorico o scultoreo.

Di questa fanno parte anche le regole che ogni artista deve conoscere riguardo la sua arte, siano esse grammaticali, di mescolanza dei colori, di utilizzo degli strumenti e dei materiali, ad esempio.

Talento

Questo è innato. O ce l’hai o non ce l’hai. Inutile cercare di farselo venire o di crescere un bambino obbligandolo a fare qualcosa senza talento. Sarebbe come dire imporgli uno stile di vita, un modo di pensare e di vivere che non è il suo.

Questo è comune in quei genitori che non hanno seguito le loro passioni, non sono riusciti e ora vogliono che il figlio, o la figlia, realizzi il sogno per loro. Avete presente?

Il talento a volte si vede subito, altre un po’ meno. A volte si percepisce ed è forte, altre invece è nascosto da mancanze di stile e metodo. 

Stile o metodo

Anche questo è piuttosto innato, ma a volte si fatica a riconoscerlo e questo può causare parecchi guai. A volte uno scrittore, o giornalista alle prime armi, tende a imitare i suoi beniamini, distorcendo il suo stile personale e creando qualcosa che “non è nelle sue corde”.

Questo può portarlo a produrre opere di scarso valore che non piacciono molto. Snaturarsi non funziona mai molto!

Personalmente amo scrivere con uno stile semplice. Nonostante la laurea non uso mai né parole difficili, né frasi complicate. Questo perché voglio che le persone capiscano ciò che scrivo.

Utilizzare paroloni universitari dimostra solo che li sappiamo, non ci rende più comprensibili. Semmai fa capire che siamo laureati, ma per quello c’è quel pezzo di carta che c’è costato sudore e ore di impegno e studio, nonché lacrime e rinunce (a volte).

L’obiettivo e lo scopo di scrivere è di rendersi comprensibili, di trasmettere ciò che sentiamo, siano essi sentimenti, pensieri o concetti, di coinvolgere chi legge.

Se non ci capiscono non possono farlo e perdiamo lettori e sostenitori solo perché abbiamo voluto dimostrare, attraverso i paroloni di sapere.

Credetemi! Non serve.

 

photo credits | .industryweek

Tags: , , , , ,

About Marina Galatioto

Scrittrice, giornalista, blogger, ghost writer e sceneggiatrice, trovate il mio profilo completo in Linkedin.

Comments are closed.